Galateo del Perfetto Invitato

Invitato perfetto

Quando riceviamo l’invito ad un matrimonio dobbiamo essere a conoscenza che, oltre al “Galateo degli Sposi” (con il quale certamente i nostri ospiti saranno già alle prese da mesi) esiste anche un “Galateo del perfetto invitato”.
Le regole base da rispettare non sono molte ma è indispensabile seguirle, per non rischiare antipatiche gaffes e per ricambiare agli Sposi l’attenzione che loro ci hanno rivolto dal momento in cui ci hanno invitati.

 

Iniziamo con il Rispondere all’Invito appena lo si riceve. Prima diamo la nostra risposta e meglio gli sposi potranno organizzare la vostra presenza alla loro giornata di festa. Con l’occasione verificate anche, se avete figli, la possibilità di partecipare al matrimonio con i bambini: meglio avvisare per tempo la coppia qualora per voi non fosse possibile lasciarli a nessuno.
Alla cerimonia, sia essa in chiesa che in municipio, arrivare almeno venti minuti prima. Non sia mai che l’invitato arrivi dopo la sposa!

L’arrivo della sposa va atteso all’interno della chiesa o del municipio, accomodandosi nelle sedute riservate ed evitando di dare segni d’impazienza per il (sicuro) ritardo della sposa.
Qualora non vi siano delle indicazioni precise su dove accomodarsi, ricordarsi sempre che amici e parenti della sposa dovranno occupare il lato sinistro. Per lo sposo il lato destro.

 

Vestire in tono adeguato al tipo di matrimonio. Non è scortese chiedere indicazioni agli sposi sull’abbigliamento. Ricordatevi che in ogni caso si tratta di una evento che richiede un abbigliamento elegante, pur senza eccessi.
Attenzione: ci sono dei “NO” nell’abbigliamento del Perfetto Invitato:
– Le donne sono invitate ad evitare un abito bianco (anche nel caso in cui siete a conoscenza che la sposa è in rosso);
– Sia per gli uomini che per le donne evitare sia il total black (funereo) che un completo rosso (i colori troppo accesi distolgono l’attenzione dalla sposa);
– No ad abbigliamento ed accessori sportivi ed eccessivamente “casual”.

 

Attenersi al regalo “da lista di nozze” (qualora gli sposi l’abbiano indicata) evitando di provvedere nei giorni immediatamente precedenti le nozze. Solo nel caso in cui la conoscenza e la confidenza con gli sposi lo permetta, potrete verificare con loro un regalo non contemplato dalla lista.
Non inviare telegrammi o mazzi di fiori il giorno stesso delle nozze: è una giornata troppo intensa per poter permettere agli sposi di dedicare al vostro presente la giusta attenzione.
Non modificare i posti assegnati ai tavoli per il ricevimento, per alcuna motivazione. E’ maleducato nei riguardi degli altri invitati allo stesso tavolo e soprattutto lo è nei confronti degli sposi (spesso la coppia ha dedicato ore per organizzare al meglio tutti i tavoli!)

ISCRIVITI O PROSEGUI LA NAVIGAZIONE
Inserisci la tua email e rimani sempre aggiornato su tutte le novità del mondo Lebole.
Iscrivendomi, accetto i termini dell' Informativa a tutela della privacy e acconsento a ricevere le email di informazioni Lebole relative alle ultime collezioni, agli eventi e alle campagne.